· 

Computer, fammi due spaghetti...

…no, questo non lo si può ancora ottenere facilmente… ma per tante altre cose…

Questa settimana ho installato tutti i dispositivi Echo rilasciati in Italia. Tutti nel senso che ho preso…tutta la serie. E l’ho spalmata …in tutte le stanze di casa. Ecco cosa ne penso dopo tre giorni di prova intensa ed esplorazione:

- Anni avanti luce rispetto a “Siri” in termine di comprensione e cloud di cose acquisite. Anche le risposte “para …cielo” (non so cosa risponderti e allora faccio l’intelligenza artificiale simpatica…) sono rese in maniera molto più spontanea: e dimostra una “personalità” maggiore. Ad esempio se “le” chiedi come sta… non la smette più di parlare…

- Le skill, app studiate apposta per Alexa per insegnarle a fare bene qualcosa cosa, sono davvero utili. Le cose che ti interessano le programmi come vuoi e per questo sei sicuro che le domande andranno a colpo sicuro. Il catalogo è in crescita e ogni giorno arrivano nuove — e simpatiche — funzioni da provare e aggiungere. Adesso stanno aprendo la loro skill anche alcuni “influencers” e le radio commerciali si stanno moltiplicando…

- Amazon Music permette di scegliere una canzone per stanza o creare un’unica diffusione. E il catalogo è davvero “ogni brano mai scritto, eseguito, cantato”.

E inoltre ti legge anche gli ebook dell’universo Kindle.

- Puoi scegliere tra alcune parole di “attivazione”: la mia, in onore del capitano Picard, è… “Computer”: Computer… accendi le luci in salotto… e così accade.

- Echo Spot, l’unico della serie dei 4 che possiede un display è davvero ben fatto. Se gli dici: “Computer, riproduci il suono di un caminetto”, oltre al suono parte anche il filmato della legna che brucia nella “calda” fiamma. Se gli chiedi un trailer di un film lo puoi anche vedere… e così via. Compresi alcuni telegiornali, come Sky Tg 24 (i titoli)… Oppure visionare le telecamere di sicurezza del proprio sistema di sorveglianza… Spero rilascino in Italia anche il fratello maggiore Echo Show, perchè l’unico difetto è lo schermo un pò piccino in effetti.

- Echo Plus, il capo famiglia della serie è l’hub che… sostituisce gli hub. Perchè si collega con tutte le cose… dell’internet delle cose. E’ il più performante della serie per gli 8 microfoni che consentono ottima ricezione e per la struttura di casse incluse per la diffusione che rendono l’ascolto un’esperienza davvero piacevole.

- Echo fa il suo dovere, ma se non è un problema la piccola spesa in più, è da preferirgli la versione “plus” perchè qui l’anno di differenza di produzione ormai si… sente… perfetto in ogni caso per chi non ha troppe esigenze, ma senza la funzione Hub, che per me è irrinunciabile in un discorso aperto di casa smart.

- Echo Dot, il cucciolo di famiglia non è da meno. L’ho messo in camera da letto e va bene per gestire musica, sveglie, atmosfere rilassanti, ascoltare le ultime news… il santo del giorno al mattino… piccolo sì, ma qui le dimensioni non contano.

- L’app Alexa permette di costruirsi il menù delle notizie con un semplice trascinamento che mette in ordine di ascolto le categorie e le fonti. E gestire ogni altro aspetto, compresa l’aggiunta delle skill o la loro disattivazione. E ovviamente dall’app stessa è possibile raggruppare gli “oggetti controllati” per gruppi (ad esempio… videocamere…) e accedere ai servizi stessi del cloud chiedendo quindi al proprio telefono o tablet cosa chiediamo ai dispositivi Echo.

- A differenza di Siri, non personalizzabile e chiusa in se stessa — stile Apple appunto — qui il tuo “assistente digitale” lo ritrovi ovunque sei, con la cronologia delle cose che hai fatto e la consapevolezza che la sua conoscenza del tuo mondo digitale cresce insieme a “lui… lei… esso…” Alexa, insomma. Per cui trovo tutto da ogni dispositivo portatile da cui mi connetto con il mio account, ritrovo le stesse cose nei vari dispositivi Echo, riecco infine ancora tutto dal browser di ogni mac o pc, da cui accedo al mio diario digitale con la possibilità di controllare ogni impostazione generale. Alexa ti segue, vive con te.

Conclusione: con minimo apprendimento (una bella guida dentro l’app stessa che aiuta a capire come funziona l’eco sistema di Alexa), una configurazione ancora più minima, una bella confezione di presentazione per ogni suo prodotto… Alexa-Echo si presenta come l’accesso alla vera smart home in continua crescita e capacità di adattarsi a protocolli e tecnologie di terze parti per rimanere il vero hub della nostra vita digitale. Voto 9+++

ps. da approfittare di questi giorni di lancio perchè gli sconti sono da paura…